Perche Hai bisogno di un'Councelor Olistico

Ci sono tanti motivi perché chiedere aiuto ad un esperta:

malattie fisiche, depressione, problemi di gestione della rabbia, ansia, problemi di coppia, dipendenza, blocchi creativi, sentimenti di impotenza, problemi di soldi……

Dopo aver lavorato per molti anni soprattutto con donne (di solito le donne sono più volenterose e pronte a lavorare con loro stesse) ho realizzato che ci sono 3 grandi ragioni per le quali perdiamo la nostra energia vitale e il nostro scopo nella vita. Ne faccio una lista sotto. Se una di queste è riconducibile a te e la riconosci, incontriamoci e diamole un'occhiata. Ho molti strumenti, tecniche e molta esperienza nel lavoro con ognuna di queste.



SINDROME DEl BOLLITORE

Hai presente una pentola sul fuoco? Quando l'acqua è fredda tutto è calmo, ma quando l'acqua inizia a bollire ci vuole un enorme sforzo per tenere il coperchio e se non si fa niente l'acqua evapora ed il fornello si brucia.

Ti è familiare la sensazione che sei pronto a scoppiare di rabbia, in lacrime o a ridere, ma con un enorme sforzo lo reprimi. Sei salvo dalla “vergogna”, ma poi ti senti spento o irritato o solo indifferente, senza emozioni e senza desiderio di fare alcunché o semplicemente di vivere...  

Sin dall'infanzia ci hanno insegnato che esprimere le nostre emozioni, buone o cattive, è inappropriato. Ci dobbiamo comportare in modo tale da essere accettati dai genitori e dalla società. Quindi affoghiamo la nostra rabbia, le nostre lacrime, la nostra gioia... Piano piano tutte queste emozioni represse occupano quasi tutto il nostro spazio interiore e una grande parte della nostra vita è congelata lì.  Il nostro respiro diventa molto superficiale, non respiriamo pienamente per non provare emozioni.  Una piccola parte della nostra energia vitale che ci è ancora disponibile la usiamo per mantenere sotto controllo questa “pentola bollente”.  L'ultima espressione di questo fenomeno è la depressione. Alla persona non resta più energia per vivere.  

Ti riconosci di essere una “pentola bollente”?



SINDROME DI SUPERWOMAN

Sei una donna che pensa di dover fare tutto? Stai cercando di tirare su una famiglia, avere una carriera, aiutare la comunità, tenere la casa in ordine, partecipare a tutte le attività dei tuoi bambini, allenarti in palestra ed essere socialmente attiva? Sei costantemente in movimento? Ti concedi mai una pausa? Ti permetti di rilassarti? Dai e dai in continuazione non ricevendo niente in cambio? Smetti mai di prenderti cura dei bisogni degli altri così da prenderti del tempo per te? Se questo profilo ti si addice, potresti avere qualcosa chiamata la Sindrome di Superwoman.

La Sindrome di Superwoman è esattamente cosa dice di essere – cercare di essere Superwoman. Sei una donna che si sente addosso la pressione di dover essere capace di fare tutto.  Sei una donna che lavora duro per ricoprire diversi ruoli.   

E molto spesso, se hai la Sindrome di Superwoman, ti senti sovraccarica di lavoro, sopraffatta e troppo impegnata. Sei anche probabilmente esausta, ansiosa e stressata al massimo.

Ti riconosci di essere una “superwoman”?



SINDROME DI ICEBERG

Molto spesso nella vita ci troviamo ad affrontare i sintomi, no i veri problemi. Quando siamo stanchi beviamo caffè, quando abbiamo mal di testa prendiamo una medicina, quando siamo depressi prendiamo antidepressivi... Ma raramente ci chiediamo: perché sto provando questo, qual è la causa di questo spiacevole sentimento? Facciamo di tutto per spegnere i segnali mandati dal nostro sistema per dirci che qualcosa non sta funzionando, che bisogna controllare qualcosa o qualcosa dev'essere cambiato.   Di solito i sintomi sono la punta dell'iceberg, non vediamo cosa c'è sott'acqua... Molto spesso le vere cause sono diversi tipi di traumi e il dolore di non essere amati che rimangono nel nostro sistema e  ricreano gli stessi sintomi ancora e ancora.  Possono essere i nostri traumi o traumi che provengono dal nostro sistema familiare. Non abbiamo possibilità di trovare e guarire questi traumi da soli, perché nella vita di tutti i giorni la connessione tra la mente conscia e quella inconscia è bloccata, e quei traumi restano nella nostra mente inconscia. In questo caso metodi come le Costellazioni Familiari e la Guarigione dei Traumi  possono essere una possibile soluzione.  

- situazioni ripetitive nella vita; 

- rimanere bloccati in relazioni infelici o con un lavoro che non ti piace;

- dipendenze dannose;

- seguire gli stessi schemi nella vita senza riuscire ad uscire da un circolo vizioso;

- sentirsi esclusi dalla tua famiglia o dal cerchio di amici senza nessuna ragione visibile;

- sentirsi un estraneo;

- trovare sempre lo stesso tipo di uomo o di donna, non importa quante volte cambi compagno;

-  sentire che stai vivendo la vita di qualcun altro...  

 


Se riconosci una di queste problematiche,


PRENOTA UNA SESSIONE SKYPE GRATUITA.